Usiamo i cookie, anche di terze parti, per assicurare la migliore esperienza sul sito. Per saperne di più e per controllarne l'abilitazione, accedi alla Cookie Policy.
Procedendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie.

Il costo di un’assicurazione sulla vita: quali sono i criteri per calcolare il premio assicurativo?


Per stipulare un’assicurazione sulla vita, il contraente deve sostenere un impegno economico, detto premio, nei confronti della compagnia assicuratrice. In seguito al versamento di suddetto premio, l’assicurazione si fa carico del rischio di morte della persona assicurata, garantendo una protezione economica ai beneficiari nel caso si manifesti l’evento indicato nel contratto.

Ma come si calcola il costo di una polizza vita?

Per calcolare l’importo del premio assicurativo, le compagnie devono tenere in considerazione determinati criteri, tra cui:

  • età, stile di vita e condizioni fisiche dell’assicurato;
  • il capitale che si intende assicurare;
  • durata del contratto;
  • eventuali garanzie aggiuntive.

Stile di vita e condizioni di salute

Le società assicuratrici, prima di sottoscrivere il contratto, sottopongono un questionario, nel quale il cliente deve comunicare, oltre alla propria età, anche le proprie condizioni di salute e lo stile di vita. In questo modo la compagnia può creare un profilo della persona assicurata e calcolare le probabilità che si verifichi il caso morte. Più queste probabilità sono alte, e più sarà alto l’ammontare del premio che il contraente dovrà pagare.

Se, ad esempio, la persona che vuole sottoscrivere una polizza vita è un fumatore, dovrà sostenere una spesa decisamente superiore rispetto a un altro assicurato che non ha mai fumato in vita sua.
Lo stesso discorso vale anche per lavoratori che praticano professioni pericolose o persone che nel tempo libero si dedicano a sport estremi.

Il costo della polizza è determinato anche dall’età e dalla propria condizione clinica, e in determinati casi anche dalla presenza in famiglia di particolari malattie ereditarie.

Il capitale da assicurare

Lo stesso discorso vale anche per il capitale che si intende assicurare: più la cifra è alta, più sarà alto anche l’importo da destinare per la copertura del rischio.
Per sapere qual è la somma giusta da assicurare a seconda delle proprie esigenze, può essere d’aiuto il nostro calcolatore online.

La durata del contratto

La durata del contratto, invece, influisce sul costo totale in quanto più è lungo il periodo di copertura, maggiore sarà la somma da versare.

Le garanzie complementari

Le compagnie mettono a disposizione dei clienti dei piani assicurativi standard, ai quali è possibile aggiungere delle garanzie specifiche, riguardanti ad esempio gli infortuni o le malattie gravi, che vanno a condizionare la tariffa iniziale.

Le forme di pagamento

Inoltre, anche i metodi di versamento del premio sono variabili. Generalmente, è possibile pagare una polizza vita versando:

  • la somma totale all’inizio del periodo di copertura;
  • rate mensili, semestrali o annuali;
  • una prima parte iniziale e successivamente dei premi integrativi a intervalli di tempo regolari.


Modalità di pagamento
       
Seguici su
       
Puoi contattarci anche qui