Denuncia sinistro assicurazione GenialLife: come procedere?


In questa pagina trovi tutto quello che ti può essere utile sapere in caso si verifichi l’evento caso morte previsto nella tua polizza vita GenialLife e si renda necessario effettuare la denuncia di sinistro all’assicurazione.

Non è un argomento di cui si parla volentieri, ma è fondamentale sapere come funziona laliquidazione della polizza vita in caso di morte e conoscere le modalità di comunicazione a GenialLife.

Il Servizio Sinistri GenialLife deve essere informato dell’evento con un’email (clienti@geniallife.it) nella quale si devono indicare i dati necessari alla registrazione della denuncia. I nostri assistenti forniranno tutte le informazioni utili sui documenti da produrre, procedure da seguire e tempi previsti per la liquidazione.

Per denunce relative a sinistri connessi alla copertura tradizionale temporanea caso morte, i beneficiari devono inoltrare i documenti a mezzo posta o via email alla compagnia, che a sua volta si impegnerà ad effettuare la liquidazione della polizza vita entro 30 giorni dal ricevimento della documentazione completa.

La denuncia di sinistri relativi alle garanzie aggiuntive

Per denunce di sinistri sulle garanzie complementari Decesso per Infortuni, Lui&Lei, Invalidità totale e permanente e Non autosufficienza, può essere direttamente l'assicurato ad inviare una mail alla compagnia per segnalare il verificarsi dell’evento. Successivamente, l’utente riceverà dal Servizio clienti di GenialLife indicazioni precise su come inviare gli opportuni certificati medici.

Per poter procedere alla liquidazione, è necessario che la documentazione ricevuta dalla compagnia sia completa.

La documentazione in caso di sinistro

Come riportato all’art.4 delle nostre Condizioni di Assicurazione, i documenti necessari in caso di sinistro sono:

  • originale o fotocopia autenticata di carta d’identità o passaporto o patente di guida del contraente e di tutti i beneficiari, oppure originale di un certificato d’anagrafe italiana;
  • richiesta di liquidazione in originale firmata da ciascun Beneficiario, o da coloro che ne hanno la rappresentanza legale, contenente gli estremi per l’accredito del pagamento. Può essere utilizzato l’apposito modulo predisposto dall’Impresa per essere facilitati nel fornire in modo completo tutte le informazioni necessarie;
  • copia del certificato di morte dell’assicurato in originale, rilasciato dall’Ufficio di Stato Civile in carta semplice;
  • certificato medico attestante la causa del decesso;
  • relazione del medico curante dell’Assicurato su un modulo inviato dalla Società;
  • in caso di ricovero, copia di tutte le cartelle cliniche, complete di anamnesi e autenticate dalla Direzione Sanitaria;
  • in caso di morte violenta, copia degli atti legali completi (Autorità Giudiziaria/Polizia Giudiziaria) compreso eventuale referto autoptico, richiesta di archiviazione del Pubblico Ministero e provvedimento di archiviazione del Giudice per le Indagini Preliminari;
  • in caso di successioni testamentarie, copia del testamento pubblicato ai sensi dell'art. 620 C.C., per verificare che i beneficiari della polizza vita non siano stati modificati (articoli 1920 e 1921 C.C.);
  • copia della Dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà con firma autenticata in Comune, dinanzi al Notaio o presso il Tribunale che specifichi se il Contraente ha lasciato o meno testamento.
    In caso di esistenza di testamento, deve esserne consegnata copia del relativo verbale di pubblicazione e la suddetta dichiarazione sostitutiva deve riportarne gli estremi identificativi precisando altresì che detto testamento è l’ultimo da ritenersi valido e non è stato impugnato. Qualora la designazione dei beneficiari in polizza sia generica (ad esempio “gli eredi legittimi in parti uguali” oppure “gli eredi testamentari in parti uguali”) e l’eventuale testamento non abbia modificato i beneficiari della polizza, la suddetta Dichiarazione sostitutiva deve specificare quali sono i Beneficiari, riportando i loro dati anagrafici, il grado di parentela e la capacità di agire. Qualora l’eventuale testamento abbia modificato i beneficiari della polizza, la suddetta Dichiarazione sostitutiva deve specificare esattamente quali sono i nuovi beneficiari della polizza riportando i loro dati anagrafici, il grado di parentela e la capacità di agire. Limitatamente ai casi in cui sussista la necessità di svolgere approfondimenti circa la legittimazione dell’avente diritto e/o la corretta erogazione del dovuto, l’Impresa potrà richiedere, al posto della dichiarazione sostitutiva, la copia dell’atto di notorietà redatto dinanzi al Notaio o presso il Tribunale;
  • in caso di eredi incapaci (minori, interdetti, ecc.), copia dell’autorizzazione all'incasso del Giudice Tutelare con esonero della Società da ogni responsabilità sul pagamento.

Ricordiamo che le comunicazioni in merito alla denuncia di un sinistro vanno inoltrate all’indirizzo mail clienti@geniallife.it.


Modalità di pagamento
       
Seguici su
       
Puoi contattarci anche qui